Sesta giornata del campionato di serie D, Ussa è in trasferta a Cassina De Pecchi, bisogna cercare un segno positivo per confermare la bella vittoria corale in casa contro forti e liberi.
I segnali fin dal primo quarto sono inquietanti la difesa è un colabrodo, i ragazzi sembrano stanchi, ad aggiungersi la grande prestanza fisica di alcuni avversari non aiuta, anche in attacco facciamo male, ripartiamo a giocare da soli senza capo ne coda, il quarto finisce sotto 25 a 17.
Il secondo quarto, per fortuna, parte meglio recuperiamo qualcosa, ma in difesa non ci siamo, finiamo 42 a 36.
Dopo la pausa lunga succede qualcosa di disastroso, la palla non gira più,  rimane in mano a due giocatori che sembrano al campetto, un passaggio e tiro, questo ovviamente va a riflettersi anche sulla difesa, prendiamo un scoppola che ci fa veramente male, si arriva a meno 17 fine quarto, allucinante abbiamo buttato via tutto quello che di buono si era costruito a livello di squadra nella scorsa partita, finisce 71 a 54.
L’ultimo quarto ormai abbiamo perso la via, gli schemi sono saltati e solo un po’ di orgoglio ci permette di mangiare qualche punto ai padroni di casa che ormai giocano in scioltezza, si conclude 91 a 79. Tutto da rifare peccato sembravamo sulla buona strada invece non è  così.
Si sono visti giocatori che ancora pensano al tabellino e non al gruppo, non passano la palla a chi è libero in nome di cosa… non si sa, a preoccupare ulteriormente…. i giocatori incriminati sono proprio quelli che hanno giocato di più, oltretutto con una resa a canestro molto discutibile, peccato, un’altra occasione persa.
Il coach avrà da lavorare molto per ricompattare il tutto e ricostruire una squadra che si dica tale .
Dai ragazzi nulla è perso, bisogna tornare a lavorare con umiltà e giocare insieme solo così si avranno grandi risultati, giocando da soli non si va da nessuna parte.
Forza ussa !!!!!!

A. B.