Crea sito

Eccoci pronti ad una nuova avventura in serie D con la nostra prima squadra; il gruppo è profondamente cambiato, metà dei giocatori sono nuovi ed in questi casi non sempre è facile trovare le dinamiche nei primi mesi. La prima giornata ci vede ospiti di Biassono, bestia nera della scorsa stagione, ma che dominammo in una fantastica partita casalinga. Si gioca di Domenica e la cosa non si addice ai giocatori dell’Ussa, nelle partite domenicali non hanno mai particolarmente brillato.

Il primo quarto inizia, come qualsiasi prima giornata di campionato, molto blandamente con grossi errori da parte di tutte e due le compagini. Siamo i primi a segnare ma non riusciamo a dare ritmo alla partita, anzi sembra che proprio non ci sia un qualsiasi tipo di ritmo. Tanto gioco in solitaria ed anche la difesa subisce. Nonostante i molteplici errori dei nostri avversari (in questo purtroppo riusciamo a fare meglio) prendiamo un parziale veramente pesante che pregiudicherà poi il resto della partita, si arriva a pochi minuti dal termine, ad un punteggio inaspettato 27 a 5 per i padroni di casa. Solo negli ultimi minuti alziamo un secondo la testa limitando i danni ma il quarto finisce 30 a 14 per Biassono che non crede ai suoi occhi. Prima delle vacanze estive, l’avevamo battuta in un torneo, facendo vedere una bella pallacanestro.
Il secondo quarto ci vede protagonisti, riusciamo a fare un piccolo break positivo, anche se la serata al tiro e le entrate sono da dimenticare, fatichiamo a creare gioco e molto spesso mancano i punti di riferimento. Il quarto lo vinciamo, a metà tempo si arriva anche a -6 ma prontamente il coach di Biassono chiama un time out e rimette le cose a posto. Andiamo alla pausa lunga con sole dieci lunghezze da recuperare.
La reazione nel terzo quarto non arriva, anzi è Biassono che dalla pausa si tira su le maniche e come un motore diesel che ormai si è scaldato, crea un solco pesante. Ussa fa molta fatica… in attacco si gioca da soli e senza un obbiettivo, in difesa sembra di vedere una squadra alle prime armi contro dei giganti. I nostri avversari prendono secondi, terzi e quarti tiri fino a che ad un certo punto, per forza di cose, la palla entra. Nei primi 5-6 minuti del quarto non segniamo, si rischia di rimanere a zero punti !!!!! Poi per fortuna qualche buon guizzo nel finale fa rimettere qualcosina a posto, finisce 59 a 41.
L’ultimo quarto si cerca di fare quel che si può ma il parziale del primo e del terzo ci ha già condannato, la stanchezza e in alcuni casi  le facce deluse non aiutano il recupero. Il quarto lo vinciamo noi con l’amaro in bocca; vince Biassono 68 a 55 .

Ha vinto la squadra che ha sbagliato meno, attenzione non la più brava, quella che ha sbagliato meno. Cari ragazzi , bisogna rimboccarsi le maniche, lavorare con più intensità agli allenamenti, essere sempre presenti e soprattutto utilizzare il cervello, senza di esso il gioco della pallacanestro diventerebbe solo un circo, con animali che fanno sfoggio delle loro grandi capacità fisiche e balistiche.
Sono capaci tutti di andare al campetto fuori casa e mettersi a tirare una palla contro un tabellone con il cerchio, pochi sono quelli che sanno giocare a pallacanestro.
Siamo solo all’inizio, sono sicuro e ne ho la certezza che potete fare di meglio, questo fin dalla prossima partita che sarà in casa, per questo chiedo a tutta la tifoseria di venire a sostenere la squadra.Menzione particolare ai ragazzi che sono venuti a tifare Ussa , credendoci fino alla fine.

Sempre forza USSA !!!!!!!!!!!!

A. B.